OLED per illuminazione

OLED per illuminazione

1 ott 2018

Gli OLED ridefiniscono le soluzioni illuminotecniche

I diodi organici ad emissione di luce (OLED) aprono nuove possibilità per la luce e il design e sono molto rispettosi dell'ambiente. I moduli luminosi ultrasottili producono luce piatta senza generare calore e risparmiano energia.
La differenza principale rispetto alle sorgenti luminose esistenti è che gli OLED sono sorgenti luminose piatte, non sorgenti di luce puntuale. Con pochi millimetri di spessore, diffondono la loro luce piacevole, calda e omogenea su tutta la superficie. Sono costituiti da un substrato (di vetro), un elettrodo trasparente, uno o più strati organici e un controelettrodo, che può anche essere trasparente. I componenti degli OLED sono incapsulati e quindi protetti dall'ossidazione e dall'umidità. Gli OLED possono essere dimmerati

I vantaggi in sintesi

  • Gli OLED sono fabbricati in una varietà di strutture e modelli
  • Consumo energetico ancora inferiore rispetto ai LED
  • Contrasto migliore rispetto agli LCD TFT senza ridurre l'angolo di visualizzazione
  • Nessuna retroilluminazione richiesta come con i display LCD
  • Ampio campo di temperatura, funziona anche in modo affidabile al di sotto di 0 °C

Gli OLED nel futuro

Lo sviluppo degli OLED sta progredendo rapidamente. Attualmente, gli OLED si trovano principalmente nei display, ma probabilmente presto troveremo sorgenti di luce ultrasottili ovunque.

Ad esempio, i pannelli OLED possono sostituire finestre complete. Mentre la finestra sarebbe normalmente trasparente quando è spenta, essi ampliano la luce al colore desiderato se illuminate e allo stesso tempo impediscono qualsiasi vista indesiderata dall'esterno. Anche lo specchio nel bagno sarà in grado di funzionare in futuro come fonte di luce secondo questo principio. Gli OLED trasparenti possono essere utilizzati per produrre schermi trasparenti, nonché vetrine di automobili e vetrine di negozi.