Lista
    Griglia
    Preferisci la vista a elenco? Basta cambiare da qui.
    Preferisci la vista a griglia? Basta cambiare da qui.

    Consulente

    Cose da sapere sui tubi termorestringenti

    Che si tratti di produzione, manutenzione, assistenza, riparazione, casa o anche in ambito hobbistico: Ovunque sia necessario isolare in modo professionale cavi o punti di collegamento ed evitare in modo affidabile cortocircuiti, i tubi termoretraibili sono la soluzione migliore. Tuttavia, i tubi termoretraibili hanno un potenziale ancora maggiore di quello che si presume al primo momento. Per poter valutare correttamente le molteplici possibilità di utilizzo, è necessario sapere cosa sono i termoretraibili e come funzionano.

    • Cos'è un tubo termoretraibile?

    • A cosa servono i tubi termoretraibili?

    • Come funzionano i tubi termoretraibili?

    • Come usare i tubi termoretraibili?

    • I tubi isolanti non sono tubi termoretraibili

    Cos'è un tubo termoretraibile?

    Un tubo o guaina termoretraibile (heatshrinking tube in inglese) è un oggetto realizzato in plastica che si comprime (si restringe) sotto l'effetto del calore a una misura precedentemente fissata. Il rapporto di restringimento può essere da 2:1 a 6:1 a seconda del tubo termoretraibile. Inoltre, sono disponibili guaine termoretraibili con diversi diametri e spessori di parete.
    Il materiale di partenza per tubi termoretraibili è costituito, a seconda del campo di applicazione, da poliolefina (PEX), elastomero (PES), VITON+, fluorpolimero (FPM), polivinilidenfluorurato (PVDF) o plastica fluorurata (PTFE, FEP o PFA).

    Le guaine termoretraibili sono disponibili, ad esempio, per l'uso in produzione su bobine o per l'uso domestico in pratici kit di diverse dimensioni e con diversi colori.

    Oltre alle versioni colorate, sono disponibili anche tubi termoretraibili trasparenti, che consentono di applicare in modo permanente importanti marcatori per cavi. Ma anche per il restringimento dei pacchi batterie per modellismo è particolarmente adatta una guaina termoretraibile trasparente, in quanto rileva immediatamente quali batterie sono state installate nel pacco.

    Nella versione a doppia parete, i tubi termoretraibili sono rivestiti internamente con un rivestimento di fusione o adesivo. In questo modo l'area su cui è stata tirata la guaina termoretraibile viene completamente incapsulata o sigillata. L'ingresso di sporco e umidità viene quindi evitato in modo permanente.

    Pratico kit di tubi termoretraibili per l'uso domestico.

    Oltre ai tubi flessibili, sono disponibili anche tappi o cappucci termorestringenti per la tenuta sicura di estremità dei cavi e parti stampate termorestringenti che dopo il restringimento prendono una forma specifica.

    A cosa servono i tubi termoretraibili?

    Ogni tecnico dell'assistenza o tecnico di elettronica per hobby che abbia mai dovuto collegare e isolare cavi sottili sa che il nastro adesivo ha un'utilità limitata per l'isolamento dei punti di collegamento. Non può essere avvolto intorno al cavo in raggi così stretti e non si mantiene correttamente in posizione. Nel peggiore dei casi, il nastro adesivo scivola sul cavo, e facendo così le estremità possono rimanere scoperte e possono avvenire dei cortocircuiti. Un tubo termoretraibile di dimensioni adeguate si adatta perfettamente anche intorno a cavi di piccole dimensioni senza aumentare significativamente il diametro complessivo. Ma questo non è l'unico utilizzo dei tubi termoretraibili. Ecco perché abbiamo elencato alcune delle più comuni modalità di utilizzo dei tubi termoretraibili:

    • Isolamento elettrico dei punti di collegamento dei cavi.
    • Protezione da contatto di estremità del cavo aperte.
    • Isolamento a tenuta d'aria e d'acqua dei punti di collegamento dei cavi.
    • Riparazione di cavi con isolamento danneggiato.
    • Protezione dei cavi da influenze esterne.
    • Per aumentare la protezione antipiega dei cavi.
    • Per il raggruppamento di cavi.
    • Identificazione a colori dei singoli fili di un cavo.
    • Applicazione di avvisi o etichette.

    Tuttavia, i tubi termoretraibili possono essere utilizzati anche in altro modo. Come imballaggio di merce o come capsule termoretraibili per bottiglie di vino. Nel settore alimentare o nell'industria farmaceutica, i tubi al neon sono dotati di manicotti termoretraibili di sicurezza come protezione dalle schegge. I modellisti utilizzano tubi termorestringenti sottili per produrre giunti ultraleggeri per i collegamenti del timone sui loro modelli da interno.

    Come funzionano i tubi termoretraibili?

    Le materie plastiche per la produzione di tubi termoretraibili sono per lo più i cosiddetti termoplastici a base di poliolefina. Durante la produzione della plastica, la miscela di plastica viene mescolata con alcuni additivi per ottenere il colore desiderato o, ad esempio, le proprietà ritardanti di fiamma.

    La miscela di plastica viene riscaldata e stampata con l'aiuto di un estrusore in forma tubolare. Questo funziona in modo simile alla produzione di stampi a iniezione. In questa fase, le catene molecolari della plastica sono ancora non reticolate e il diametro del tubo corrisponde alle dimensioni allo stato rimpicciolito.

    Nella fase di produzione successiva, le catene molecolari vagamente adiacenti vengono reticolate con l'aiuto di fasci di elettroni in modo da formare una struttura tridimensionale. Dopo la reticolazione, il tubo termoretraibile viene nuovamente riscaldato e ampliato o gonfiato fino a raggiungere una dimensione definita. Il rapporto su cui viene saldato il tubo termoretraibile reticolato dipende dal materiale e dallo spessore della parete.

    Dopo il raffreddamento, il tubo termoretraibile mantiene la sua forma espansa. Solo quando viene applicato il calore il tubo termoretraibile si restringe alle dimensioni originali che aveva quando è stato reticolato.

    Cappucci termoretraibili - il tubo termoretraibile preformato

    I termoretraibili o i cappucci termoretraibili funzionano secondo lo stesso principio, ma vengono prodotti in modo diverso. Nel caso dei termoretraibili, il collegamento in rete non avviene mediante raggi elettronici, ma mediante additivi chimici già miscelati durante la composizione della ricetta plastica. Le parti stampate non vengono poi prodotte con l'aiuto di un estrusore, ma con il processo di stampaggio a iniezione. Subito dopo, le parti vengono ancora saldate meccanicamente a livello necessario in condizioni calde. Dopo il raffreddamento, le parti della forma termoretraibile mantengono la loro forma.

    Dopo l'applicazione sul pezzo, le parti stampate o i tappi termoretraibili vengono termoristretti con l'aiuto di una pistola termica.

     
     

    Come usare i tubi termoretraibili?

    Come già detto, è importante che il rapporto sia corretto e che vi siano tubi termoretraibili con diversi rapporti di restringimento. Se una guaina termoretraibile riduce la sua dimensione al 50% quando si attiva il calore, il rapporto di restringimento è 2:1. Con un rapporto di restringimento di 4:1, il tubo si ritrae fino a un massimo del 25% delle sue dimensioni originali. I rapporti di restringimento più comuni sono 2:1, 3:1, 4:1 e 6:1. Per il montaggio di connettori o altre applicazioni speciali sono disponibili tubi termoretraibili con un tasso di restringimento fino a 10:1. In questo caso, più alto è il rapporto di restringimento, più diametro del cavo può essere coperto con uno stesso tubo termoretraibile. 

    La giusta scelta del materiale. I migliori risultati si ottengono quando il rapporto tra l'oggetto da restringere e il tubo termoretraibile è 4:5. In altre parole, il tubo termoretraibile dovrebbe essere di circa il 25% più grande del cavo. In pratica, tuttavia, il tubo termoretraibile può essere scelto anche più grande se si tiene a mente la regola 20/80. Ciò significa che il tubo termoretraibile dovrebbe restringersi almeno del 20% e al massimo dell'80% della sua capacità di restringimento.

    Lo spessore della parete adatto è suddiviso in tre gruppi di tubi termoretraibili con spessore della parete diverso. Si noti che più spesso è il cavo e maggiore è il carico meccanico, maggiore dovrebbe essere lo spessore della parete del tubo termoretraibile. Per questo motivo sono disponibili tubi termoretraibili a parete sottile, media e spessa.

    • Ai tubi termorestringenti a parete sottile
    • Ai tubi termorestringenti a parete media
    • Ai tubi termorestringenti a parete spessa

    Se il punto di riparazione deve essere ancora sigillato, utilizzare un tubo termoretraibile che è dotato di un adesivo interno (colla a caldo o rivestimento a caldo) sul lato interno. Questi tubi termoretraibili sono noti anche come tubi termoretraibili a doppia parete. L'ulteriore incollaggio o sigillatura del punto di riparazione con l'adesivo interno impedisce efficacemente l'ingresso di sporco e umidità.

    Ai tubi termoretraibili con adesivo interno

    La tecnica corretta nelle immagini seguenti mostra come l'isolamento di un collegamento di cavi avviene con l'aiuto di un tubo termoretraibile. Per una migliore rappresentazione delle immagini sono state selezionate copie con diversi colori per i fili e la guaina termoretraibile.

    Preparare la connessione

    Prima che le due estremità del filo possano essere saldate tra loro, è necessario attorcigliare le estremità del filo e quindi stagnare. Con fili così sottili è sufficiente un saldatore manuale semplice e non regolato. Per i fili più spessi è utile una stazione di saldatura con controllo automatico della temperatura. Per tenere i fili in sicurezza è utile una "terza mano" con morsetti a coccodrillo. In alternativa, si può anche utilizzare un'asse di legno su cui sono stati incollati due mollette per abiti in legno.

    Collegare le estremità del filo

    Anche prima che i due fili siano saldati tra loro, è necessario far scorrere il tubo termoretraibile adatto su uno dei due fili. È importante che il tubo termoretraibile abbia una distanza sufficiente dal punto di saldatura. In caso contrario, il tubo termoretraibile si restringe facilmente per il calore durante la saldatura del cavo e non può più essere spostato sul punto di contatto.

    Isolare il punto di collegamento

    Dopo la saldatura, il tubo termoretraibile viene spinto attraverso il punto di contatto e preferibilmente si restringe con una pistola ad aria calda. Un asciugacapelli normale non funziona, in quanto non è in grado di generare le temperature necessarie. Se necessario, gli operatori più intraprendenti possono anche utilizzare un accendino, un piccolo bruciatore a gas caldo o anche la sezione di riscaldamento del saldatore. È importante che il tubo termoretraibile e gli isolamenti dei cavi non si surriscaldino e si fondano.

    Importante!
    Quando si tratta di tubi termoretraibili, è essenziale prestare attenzione a una buona ventilazione del banco di lavoro!

    È difficile definire una precisa temperatura di restringimento, in quanto dipende dal tubo termoretraibile utilizzato e dall'assorbimento di temperatura del materiale da termoretrattare. Per questo motivo, all'inizio il tubo termoretraibile viene collegato solo brevemente con la pistola termica e si osserva come si comporta il tubo termoretraibile. È importante non lavorare in modo puntuale, ma riscaldare il tubo termoretraibile in modo uniforme da tutti i lati fino a raggiungere il risultato desiderato. 

    I tubi isolanti non sono tubi termoretraibili

    Non tutti i tubi in plastica offerti nei reparti elettrici dei mercati edili o dei grandi magazzini tecnici sono tubi termoretraibili. Oltre ai tubi termoretraibili sono disponibili anche i cosiddetti tubi isolanti, che in alcuni casi sono molto simili ai tubi termoretraibili. È utile solo dare un'occhiata da vicino al nome del prodotto o alla descrizione del prodotto.

    I tubi isolanti, così come i tubi termoretraibili, vengono utilizzati per l'isolamento, la protezione dei cavi e per il raggruppamento di cavi e trefoli. I campi di applicazione preferiti dei tubi isolanti sono la costruzione di veicoli, macchine e attrezzature, l'industria elettrica e l'assistenza.

    I tubi isolanti non hanno proprietà termoretraibili e i fili e i cavi reinseriti possono essere facilmente rimossi e reinseriti, se necessario.

     
     
    Conrad Electronic necessita del tuo consenso per l'utilizzo dei dati personali, anche per garantire il funzionamento del sito web e per visualizzare informazioni sui tuoi interessi. Cliccando su "Accetto" dai il tuo consenso. Informazioni dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione sulla protezione dei dati.
    È possibile ritirare il consenso in qualsiasi momento nella politica sulla privacy.
    Declino
    Accetto