Sei un cliente commerciale?
Questa impostazione regola la gamma di articoli e i prezzi in base alle tue esigenze.
No

Nuove etichette energetiche dell'UE a partire dal 1 marzo 2021

Le etichette energetiche sono un'invenzione estremamente a misura di consumatore. Perché se puoi scegliere tra più prodotti in un negozio o negozio online, puoi vedere immediatamente quale dispositivo è il più economico con l'energia preziosa. Poiché le note etichette energetiche erano già "invecchiate", era giunto il momento di aggiornare la direttiva UE sulle etichette di consumo energetico.

Perché una nuova etichetta energetica dell'UE?

Nel 1994 è stata introdotta l'etichetta energetica dell'UE o etichetta di consumo energetico. Era basato sul sistema di valutazione degli Stati Uniti. I dispositivi a basso fabbisogno energetico sono classificati nella classe di efficienza energetica (EEK) A. Ai dispositivi con un elevato fabbisogno energetico è stata assegnata la classe di efficienza energetica G.

A causa degli sviluppi tecnici e dell'ulteriore inasprimento dei requisiti legali, sempre più elettrodomestici hanno raggiunto il livello di efficienza energetica A. Per poter comunque fare una differenza ben visibile nei valori di consumo, le classi di efficienza energetica A + e A ++ erano già stati dati ai frigoriferi nel 2003. aggiunto. Nel 2011 le classi di efficienza energetica per lavatrici, lavastoviglie e televisori sono state ampliate in A+, A++ e A+++. In questo contesto è stata introdotta anche la classe A+++ per i frigoriferi.

I produttori hanno riconosciuto il consumo di energia e le emissioni di CO2 associate come un punto di forza per i loro prodotti. Ecco perché i dispositivi sono stati continuamente sviluppati in modo che diventassero sempre più economici. Ciò significava inevitabilmente che le attuali etichette energetiche non erano più sufficienti. Inoltre, il consumatore ha l'impressione che tutti i dispositivi abbiano un consumo energetico molto basso di classe A e differiscano solo per il numero di segni più.

Lo scopo effettivo dell'etichetta del consumo energetico non è quindi più soddisfatto. Poiché l'introduzione di più segni più sarebbe più confusa che utile, sono state introdotte nuove etichette energetiche in tutta Europa per alcuni gruppi di prodotti, che si applicheranno dal 1° marzo 2021.

Qual è la differenza con la vecchia etichetta energetica dell'UE?

Nel periodo di transizione dal 1 marzo 2021 (durata 14 giorni lavorativi), può benissimo capitare di acquistare un elettrodomestico con classe di efficienza energetica A++ che abbia improvvisamente alla consegna un'etichetta con classe di efficienza C o D.
No, non hai comprato un vecchio elettrodomestico assetato di energia. È sempre lo stesso dispositivo con lo stesso consumo energetico. Il produttore ha utilizzato esclusivamente la nuova etichetta energetica UE, per la quale sono stati ridefiniti i criteri di valutazione per la classificazione. Di conseguenza, la classe di efficienza è stata modificata. Un confronto diretto tra una vecchia etichetta energetica (a destra) e una nuova etichetta energetica (a destra) mostra le differenze visive in modo più chiaro.

Per garantire che vi sia sufficiente margine di miglioramento, i criteri di progettazione della nuova etichetta sono così severi che gli apparecchi attualmente più efficienti dal punto di vista energetico sono classificati solo nella nuova classe B o C. Ma ciò che è rimasto lo stesso sono le gradazioni di colore dal rosso al giallo al verde.

Tuttavia, non ci sono segni positivi aggiuntivi per la classe A e le gradazioni ora variano da A a G. Le singole classi di efficienza energetica (EEK) descrivono in parte la relazione tra il consumo energetico ponderato effettivo e il consumo di energia fittizio nel ciclo standard appena definito .

C'è anche un codice QR in alto a destra della nuova etichetta energetica dell'UE. Consente di recuperare i dati dell'etichetta corrente e le informazioni aggiuntive sul dispositivo da un database centrale dei prodotti dell'UE (EPREL = European Product Database For Energy Labelling) dal 1 marzo 2021.

Etichette energetiche diverse per diversi gruppi di prodotti

Poiché esistono criteri di valutazione diversi nelle diverse classi di apparecchi, anche le etichette energetiche dell'UE differiscono. Le nuove etichette di consumo energetico si applicano ai display elettronici, inclusi televisori e monitor, lavastoviglie, frigoriferi e congelatori, nonché lavatrici e lavasciuga.

Ma non si tratta solo di consumo energetico. Anche le emissioni acustiche dei frigoriferi, ad esempio, svolgono un ruolo importante. Per gli elettrodomestici come lavatrici e lavastoviglie ci sono anche i volumi di carico, il consumo di acqua, l'umidità residua e il tempo necessario per ciclo. Tutte queste informazioni sono chiaramente visibili al consumatore sulla rispettiva etichetta in conformità con le direttive UE.

Domande frequenti sulla nuova etichetta energetica dell'UE

Da quale data si applicano le nuove etichette energetiche dell'UE?
Le nuove etichette energetiche dell'UE, ad eccezione dell'etichetta per le sorgenti luminose, si applicheranno dal 1° marzo 2021. Durante un periodo transitorio di 14 giorni lavorativi, gli apparecchi con due etichette diverse (vecchia e nuova) possono essere forniti al consumatore. Dopo il periodo di transizione, possono essere utilizzate solo nuove etichette. Secondo le normative dell'Unione Europea, le nuove etichette energetiche per le sorgenti luminose si applicheranno dal 1 settembre 2021, ma poi il periodo di transizione per la conversione dalle precedenti etichette alle nuove etichette energetiche sarà di 18 mesi.

Cosa dice la classe di efficienza energetica?
La classe di efficienza energetica indica principalmente l'efficienza energetica di un dispositivo. Tuttavia, non si tratta solo di consumo energetico. In alcuni casi, nel risultato complessivo vengono inclusi altri parametri importanti come il consumo di acqua, il tempo necessario, le quantità di riempimento, il rilevamento del rumore e l'efficienza. Questi fattori sono indicati anche sull'etichetta energetica.

A cosa serve il codice QR sulle etichette dei consumi energetici?
Secondo il regolamento dell'UE, i produttori di prodotti legati all'energia memorizzano informazioni aggiuntive e dati sui prodotti in una banca dati centrale (EPREL). Il consumatore può scansionare il codice QR con il proprio smartphone e richiedere le informazioni. Ciò rende più facile distinguere tra prodotti legati all'energia nelle decisioni di acquisto.

Perché gli elettrodomestici ad alta efficienza energetica con la migliore classe di efficienza energetica attuale non rientrano nella nuova classe di efficienza A?
La Commissione Europea ha deciso di rendere la direttiva più impegnativa. Ciò dovrebbe impedire al progresso tecnico e ai dispositivi più efficienti di superare la direttiva dell'UE entro pochi anni. Ecco perché la nuova etichetta energetica europea è stata progettata in modo così rigoroso che quando la direttiva per alcuni gruppi di prodotti verrà introdotta il 1 marzo 2021, i prodotti efficienti e gli elettrodomestici efficienti della vecchia classe A+++ non potranno essere raggruppati nella nuova energia fonte. classe di efficienza A. A seconda della categoria, questi apparecchi elettrici raggiungono al meglio la nuova classe di efficienza energetica B, C o D.

Conrad Electronic necessita del tuo consenso per l'utilizzo dei dati personali, anche per garantire il funzionamento del sito web e per visualizzare informazioni sui tuoi interessi. Cliccando su "Accetto" dai il tuo consenso. Informazioni dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione sulla protezione dei dati.
È possibile ritirare il consenso in qualsiasi momento nella politica sulla privacy.
Declino
Accetto