Sei un cliente commerciale?
Questa impostazione regola la gamma di articoli e i prezzi in base alle tue esigenze.
No

Consulente

Cose da sapere sui condensatori a film

  • Che cos'è un condensatore a film?

  • Quali tipi e modelli di condensatori a film sono disponibili?

  • Criteri di acquisto per condensatori a film - cosa scegliere?

  • Conclusione: Come acquistare il condensatore a film corretto

  • FAQ - domande frequenti sui condensatori a film

 

Che cos'è un condensatore a film?

I condensatori a film sono condensatori elettrici, in cui un sottile film isolante rappresenta il dielettrico tra gli elettrodi. Nelle versioni attuali, vengono utilizzate in diversi modelli quasi esclusivamente pellicole in plastica. I condensatori a film sono non polarizzanti, quindi non possiedono anodo e catodo indicati, come avviene per i condensatori elettrolitici o al tantalio. Questo li rende adatti al funzionamento con tensioni AC e per il loro design non possono essere invertiti in polarità . I condensatori a film sono i componenti passivi più utilizzati nei circuiti discreti. Sono utilizzati come condensatori di accoppiamento, servono a tenere lontano le parti di tensione continua indesiderate e vengono utilizzati nei circuiti oscillatori e nei separatori di frequenza. Altri esempi di utilizzo sono i circuiti di filtraggio, le misure di soppressione delle interferenze radio e il funzionamento su motori elettrici a tensione alternata come condensatori di avviamento o di funzionamento. 

 

Quali tipi e modelli di condensatori a film sono disponibili?

I condensatori a film sono offerti principalmente in due tipi di costruzione. I tipi che iniziano con la denominazione " MK " (= plastica metallizzata) sono costituiti da un foglio di plastica metallizzata su un lato. Questa pellicola funge contemporaneamente da elettrodo e dielettrico. I condensatori a film con rivestimento metallico, invece, sono composti da due pellicole separate, in cui una pellicola metallizzata rappresenta l'elettrodo e la pellicola non metallizzata funge da dielettrico nell'avvolgimento a film. Questi condensatori a film portano in primo luogo una "F", ad esempio "FKP". Queste designazioni sono completate dall'indicazione del materiale che costituisce la pellicola. Le principali denominazioni brevi sono riportate di seguito, tuttavia alcuni produttori indicano i loro condensatori a film con le loro sigle:

  • FKP: Polipropilene, Film/pellicola
  • FKT: Poliestere, Film/pellicola
  • FKS: Polistirolo, Film/pellicola
  • MKP: Pellicola in polipropilene metallizzato
  • MKT: Pellicola di poliestere metallizzata
  • MKS: Pellicola in polistirolo metallizzato

I condensatori a film con fili radiali o con fili di collegamento sono generalmente incapsulati in contenitori di plastica rotondi o rettangolari a tenuta d'aria e umidità. Sono comuni anche i tipi rivestiti. I modelli precedentemente utilizzati con cavi assiali hanno poca importanza oggi. I condensatori speciali del motore sono dotati di collegamenti a spina piatta o cavi di collegamento preassemblati e di una filettatura di fissaggio sull'alloggiamento in plastica o alluminio per il collegamento a vite. Gli alloggiamenti compatti dei condensatori a film SMD sono realizzati in plastica resistente al calore per resistere ai requisiti del processo di saldatura SMD senza piombo. La forma è sempre rettangolare.

Le forme speciali di costruzione rappresentano i cosiddetti condensatori "Snubber", spesso utilizzati nei circuiti IGBT. A causa degli elevati impulsi di corrente che si verificano in questo luogo, questi condensatori a film possiedono piste di collegamento di superficie e particolarmente massicce, che consentono un'elevata capacità di corrente.

 

Criteri di acquisto per condensatori a film - cosa scegliere?

I condensatori a film con struttura MK sono ancora più compatti nelle loro dimensioni rispetto ai tipi con struttura a film, ma non raggiungono la loro capacità di carico di corrente grazie allo spessore dello strato notevolmente ridotto degli elettrodi. Per correnti d'impulso molto elevate sono quindi meno adatte, ma possiedono il vantaggio della cosiddetta autorigenerazione: Se si verifica una perforazione a causa di una tensione eccessiva o di un'assenza di tensione nel dielettrico, il punto di perforazione evapora lo strato sottile di metallo. In questo modo si forma nuovamente una guaina isolante, in quanto il dielettrico stesso non viene danneggiato o viene danneggiato solo in minima parte.

A seconda della struttura costruttiva e del materiale della pellicola, i vantaggi e gli svantaggi dei diversi tipi si presentano in termini di fattori quali la stabilità dell'umidità e a lungo termine, la rigidità dielettrica e la stabilità della temperatura. Anche i parametri elettrici come fattore di perdita, qualità, tolleranza di capacità e carico di corrente possono variare di conseguenza. In particolare, per i nuovi sviluppi di circuiti e dispositivi, è necessario prestare sempre attenzione ai rispettivi valori in base alla scheda tecnica, per ottenere la massima affidabilità e sicurezza di funzionamento.

 

Conclusione: Come acquistare il condensatore a film corretto

Per le applicazioni standard, i condensatori a film MKP, MKS o MKT sono per lo più sufficienti. Sono relativamente convenienti, resistenti all'umidità e di lunga durata e autorigeneranti. Grazie alle loro dimensioni compatte consentono un design del circuito salvaspazio.

Le applicazioni con correnti d'impulso elevate richiedono condensatori a film resistenti che sono in grado di resistere a queste sollecitazioni in modo permanente. A tale scopo sono disponibili tipi speciali, noti anche come condensatori a impulsi. Solitamente si tratta di condensatori a film con rivestimento in pellicola metallica ("F"). Vengono utilizzati, ad esempio, in convertitori di frequenza, alimentatori a commutazione, circuiti digitali veloci e nella tecnologia energetica. Lo spazio è leggermente più elevato a causa della costruzione, ma per questo sono anche dotati di tensioni ripide e pulsanti. I tipi più comuni di unità flangiate a scatto intorno ai 1000 V/µs, la loro affidabilità è molto elevata.

Quando si sostituiscono i condensatori a film difettosi, assicurarsi che, oltre alla stessa capacità e tensione nominale, la tolleranza non sia inferiore a quella della parte originale difettosa. Merita attenzione la struttura: il passo è quello corretto? Per i tipi con cablaggio radiale, la lunghezza dei fili di collegamento è sufficiente e la parte di ricambio si adatta alle dimensioni? Quando si utilizza in ambienti più difficili, è necessario rispettare anche l'intervallo di temperatura consentito. Alcuni tipi standard sono approvati solo per temperature fino a + 70 °C; tuttavia, per esempio, per l'uso in ambito automotive questo valore non è sufficente.

Per motivi di sicurezza, è necessario anche assicurarsi che i componenti siano contrassegnati da eventuali marchi di verifica necessari e che siano conformi alla norma applicabile. I condensatori a film offerti nel negozio Conrad soddisfano elevate esigenze di qualità e sono caratterizzati da affidabilità e durata.

 

FAQ - domande frequenti sui condensatori a film

Cosa significa la marcatura della linea su un solo lato sull'alloggiamento di molti condensatori a film?

Il segno sull'alloggiamento indica il collegamento alla pellicola esterna. Ciò è importante se il rivestimento esterno deve essere utilizzato contemporaneamente come schermatura. In linea di principio, i condensatori a film devono essere sempre installati in modo tale che questo collegamento sia a massa, a condizione che il design del circuito lo consenta.

Cosa si deve osservare quando si maneggiano e si lavora con condensatori a film?

I condensatori a film sono memorie di carica elettriche. A seconda della capacità e della tensione, i condensatori a film caricati possono memorizzare per lunghi periodi di tempo, in parte, quantità di energia notevoli e tensioni elevate a volte pericolose per la vita. Per questo motivo è sempre necessario rispettare le norme generali di sicurezza dell'elettrotecnica. I condensatori a film caricati devono essere sempre scaricati tramite una resistenza adeguata prima della manipolazione. Si devono evitare cortocircuiti, in quanto le basse resistenze interne dei condensatori a film possono far scorrere correnti molto grandi e causare danni.

Per i condensatori a film è possibile scegliere un valore di tensione nominale inferiore se la tensione di esercizio effettiva si supera solo per breve tempo?

No, non è consentito. Anche le sovratensioni sporadiche e di breve durata possono causare danni. In ogni caso, la durata viene ridotta e può verificarsi un riscaldamento eccessivo.  

Conrad Electronic necessita del tuo consenso per l'utilizzo dei dati personali, anche per garantire il funzionamento del sito web e per visualizzare informazioni sui tuoi interessi. Cliccando su "Accetto" dai il tuo consenso. Informazioni dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione sulla protezione dei dati.
È possibile ritirare il consenso in qualsiasi momento nella politica sulla privacy.
Declino
Accetto