Consulente

Mini sistemi di allarme: protezione efficace contro gli intrusi

I mini sistemi di allarme sono la soluzione ideale se non c'è spazio sufficiente per l'installazione di un grande impianto di segnalazione delle intrusioni. Sono piccoli, potenti e disponibili in diverse versioni. Scoprite quali tipi di mini-sistemi di allarme esistono e cosa considerare quando acquistate.

  • Cosa è un mini allarme?

  • Allarmi e sistemi di allarme

  • Ulteriore tecnologia di sicurezza per la protezione di oggetti e persone

  • Criteri di acquisto per sistemi di allarme mini- cosa è importante?

  • Il nostro consiglio pratico: montare e mantenere correttamente gli impianti di allarme radio

  • FAQ - domande frequenti sui mini sistemi di allarme

 

Cosa sono i Mini Alarmi?

I sistemi meccanici di sicurezza come le maniglie per finestre con chiusura a chiave e altri tipi di bloccaggio garantiscono una maggiore sicurezza in casa e in appartamento, ma non offrono una protezione completa contro le intrusioni. Anche se rendono difficile l'accesso ai potenziali ladri, non attivano alcun allarme. Chi desidera proteggere in modo affidabile la propria casa, il proprio garage o la propria auto può utilizzare i sistemi di allarme. Gli impianti di allarme vengono utilizzati per proteggere un determinato campo da accessi non autorizzati. Se un ladro si avvicina all'area protetta o manomette la porta o la finestra, genera un allarme che ha un effetto deterrente da un lato e dall'altro avverte persone nelle vicinanze di una situazione di pericolo . Alcuni sistemi di allarme dispongono inoltre di un inoltro di emergenza integrato per informare il servizio di sicurezza o la polizia del tentativo di un'interruzione.
Chi desidera mettere a disposizione un sistema di allarme, ma ha poco spazio a disposizione, può affidarsi ai mini sistemi di allarme. Sono caratterizzati da una struttura compatta, richiedono quindi meno spazio rispetto ai grandi impianti di allarme e in molti casi sono mobili. Nonostante il suo piccolo formato, si distinguono per un'elevata potenza. Negli impianti di allarme mini è integrata una tecnologia avanzata e miniaturizzata, grazie alla quale i classici sistemi di allarme sono praticamente inimitabile.

 

Allarmi e sistemi di allarme

Gli impianti di allarme sono generalmente dotati di sensori, che consentono di rilevare immediatamente l'area da proteggere e di registrare le modifiche. Trasmettono un segnale corrispondente alla centralina di controllo, che attiva un allarme. Il tipo di sensore può variare a seconda del campo di applicazione. I rilevatori di rottura del vetro, ad esempio, reagiscono alle vibrazioni o alle frequenze che si verificano quando il vetro si rompe. Sono montati in modo classico su porte e finestre, ma possono essere utilizzati anche per proteggere le vetrine. Sono disponibili rilevatori attivi di rottura del vetro, per il cui funzionamento è necessaria un'alimentazione elettrica. Sono costituiti da un trasmettitore a ultrasuoni che irradia sulla superficie del vetro senza deformare, e da un ricevitore a ultrasuoni che registra le onde a ultrasuoni riflesse. Se la frequenza cambia, viene generato un allarme. I rilevatori di rottura del vetro passivo funzionano in modo leggermente diverso. Sono dotati di un sensore piezoelettrico che reagisce alla frequenza del vetro (intorno ai 100 kHz). A differenza di quelli attivi, i rilevatori di rottura del vetro passivo non trasmettono frequenze e non richiedono tensione di alimentazione. Per generare un allarme, si sfrutta l'effetto piezoelettrico: La deformazione del vetro crea una tensione elettrica che può essere utilizzata per la commutazione. Un'integrazione ai due tipi citati è un rilevatore acustico di rottura del vetro che reagisce al rumore e a tale scopo è dotato di un microfono.

I rilevatori di movimento funzionano anche con i sensori. Sono in grado di registrare i movimenti tramite onde elettromagnetiche, ultrasuoni o radiazioni a infrarossi. I rilevatori di movimento a ultrasuoni funzionano in linea di principio come i rilevatori di rottura del vetro attivi. Sono composti da un trasmettitore e un ricevitore e rilevano le modifiche in base alle onde a ultrasuoni riflesse. Un funzionamento simile è dotato di rilevatori di movimento ad alta frequenza o radar. Emettono onde elettromagnetiche e registrano l'energia che riflette gli oggetti presenti. Tuttavia, i più comuni sono i rilevatori di movimento PIR. I rilevatori PIR (PIR è l'acronimo di Pyroelectric Infrared) dispongono di un sensore piroelettrico che rileva le variazioni di temperatura nell'ambiente e quindi la radiazione termica degli oggetti più vicini. I rilevatori di movimento a infrarossi sono spesso offerti come rilevatore di movimento radio.

Mentre i rilevatori di movimento vengono utilizzati principalmente nella zona intorno alla casa e al giardino, i rilevatori di passaggio si trovano principalmente nei negozi. Se un cliente passa attraverso la porta, viene emesso un segnale acustico. Se la porta di carico non è visibile dal posto di lavoro, questo tipo di allarme porta si rivela estremamente pratico. I rilevatori di passaggio sono molto simili per quanto riguarda il funzionamento. I rilevatori di passaggio PIR, ad esempio, producono una fotocellula a raggi infrarossi. Non appena qualcuno la interomrompe, la modifica viene registrata.

Un'altra possibilità per il monitoraggio di porte e finestre offre rilevatori di apertura. Il suo funzionamento si basa principalmente su un contatto magnetico. Se questo viene interrotto (all'apertura della porta), viene emesso un segnale di allarme. I rilevatori di apertura sono solitamente alimentati a batteria e facili da montare. Possono essere utilizzati come un tipo di campanello, come rilevatori di passaggio.

Gli allarmi di apertura sono particolarmente adatti come allarme per finestre. Sono abbastanza piccoli da poter essere montati quasi in modo invisibile all'interno della cornice della finestra e proteggono anche quando le finestre sono inclinabili. Infatti, questi gli allarmi possono essere impostati in modo che si accendano o si spengono automaticamente a seconda dell'orientamento della maniglia della finestra (superiore/inferiore/orizzontale).

I fermaporta di allarme vengono utilizzati in modo specifico per proteggere le porte. Sono costruiti a forma di cuneo, impediscono l'ulteriore apertura della porta e allo stesso tempo attivano un allarme. In genere, gli stopper per porte di allarme sono alimentati a batterie e possono essere utilizzati come sistemi di allarme mobili. In questo modo è possibile, ad esempio, proteggere l'appartamento o la roulotte o il camper.

 

Ulteriore tecnologia di sicurezza per la protezione di oggetti e persone

Un particolare tipo di mini sistema di allarme rappresenta il cane da guardia elettronico. Si tratta di un sistema di allarme compatto basato sulla tecnologia radar o a infrarossi, che rileva gli intrusi all'interno di un determinato raggio di sorveglianza e genera una finto abbaiare. L'abbaiare non serve solo come deterrente per i potenziali scassinatori, ma anche per altri ospiti non invitati, ad esempio gli animali.

I sistemi di allarme con tecnologia a sensore non sono l'unico modo per proteggersi dagli intrusi. I simulatori televisivi, ad esempio, imitano la tipica immagine luminosa di un televisore, in modo che si possa sembrare che qualcuno sia a casa e che stia guardando la tv. I simulatori TV funzionano per lo più con LED il cui colore e intensità della luce cambiano continuamente, come accade con un televisore in funzione con immagini in movimento.

Gli allarmi tascabili sono meno adatti per la protezione da intrusioni. Servono piuttosto per la propria sicurezza, ad esempio quando si è in viaggio solo e al buio. Gli allarmi tascabili sono dispositivi di piccole dimensioni che attivano un forte allarme sonoro premendo un pulsante per attirare l'attenzione dei passanti e dissuadere l'aggressore. Spesso i mini allarmi sono dotati di un anello portachiavi per poter essere fissati al portachiavi a portata di mano.

 

Criteri di acquisto per sistemi di allarme mini- cosa è importante?

Prima di acquistare un mini impianto di allarme, è necessario innanzitutto considerare quale sia il corretto impianto di allarme per il rispettivo scopo di utilizzo e che corrisponda alle esigenze di sicurezza. È sufficiente un semplice allarme mini-porta o mini-finestra come protezione da intrusioni o deve essere un sistema di allarme radio complesso con telecamera di sorveglianza, possibilità di collegamento a smart home, telecomando o controllo app?

Gli impianti di allarme radio offrono molti vantaggi. Sono senza fili, pertanto possono essere applicati in modo discreto e possono essere controllati comodamente tramite un telecomando radio. Se non è possibile un controllo tramite telecomando, le impostazioni possono essere eseguite direttamente sulla stazione base o tramite APP. Per inserire un sistema di allarme radio, a volte non è necessario premere un tasto o uno smartphone. I moderni sistemi di allarme possono essere attivati o disattivati anche tramite transponder. Tali transponder sono dotati di un chip RFID integrato e possono essere letti o descritti senza contatto.
Gli impianti di allarme radio offrono molti vantaggi. Sono senza fili, pertanto possono essere applicati in modo discreto e possono essere controllati comodamente tramite un telecomando radio. Se non è possibile un controllo tramite telecomando, le impostazioni possono essere eseguite direttamente sulla stazione base o tramite APP. Per inserire un sistema di allarme radio, a volte non è necessario premere un tasto o uno smartphone. I moderni sistemi di allarme possono essere attivati o disattivati anche tramite transponder. Tali transponder sono dotati di un chip RFID integrato e possono essere letti o descritti senza contatto
Il tipo di alimentazione elettrica svolge un ruolo importante anche nella scelta di un mini impianto di allarme. Molti piccoli sistemi di allarme sono progettati per il funzionamento a batteria, il che offre il vantaggio di essere flessibili, indipendentemente dal fatto che una presa elettrica sia nelle vicinanze o meno. Tuttavia, le batterie devono essere sostituite regolarmenteI sistemi di allarme alimentati a rete sono più comodi da gestire, ma in caso di interruzione di corrente non sono più in grado di eseguire il servizio, a meno che non sia installata una batteria ricaricabile di emergenza.

Per evitare potenziali intrusi, il segnale acustico generato da un impianto di allarme deve essere chiaramente forte. In questo caso, si deve prestare attenzione all'indicazione dei decibel (dB). Per l'orientamento: Un rilevatore di fumo deve raggiungere un volume di almeno 85 dB a tre metri di distanza, il che corrisponde al livello di rumore di una strada principale. La maggior parte delle sirene è in grado di generare da 90 a 100 dB, garantendo così un segnale acustico sufficientemente forte. Per attivare un allarme non è necessario utilizzare sempre le sirene. È anche possibile impostare un allarme silenzioso. In questo caso si indica il proprio indirizzo e-mail o numero di telefono e si riceve un messaggio o una chiamata non appena viene rilevato un pericolo.
La portata è un importante criterio di acquisto, in particolare per i rilevatori di movimento. Alcune versioni hanno una portata di cinque o sei metri, altre rilevano i movimenti in un raggio di 20 metri. In questo caso è necessario scegliere un modello che sia il più adatto alle condizioni ambientali.

 

Il nostro consiglio pratico: montare e mantenere correttamente gli impianti di allarme radio

Il nucleo di un impianto di allarme radio è l'unità centrale. Valuta i dati raccolti dai sensori, spegne la sirena o l'illuminazione e, se necessario, disattiva una chiamata di emergenza. L'unità di base deve essere sempre montata in un punto facilmente accessibile, controllata e pulita regolarmente per evitare possibili falsi allarmi. I moderni sistemi di allarme radio registrano gli eventi e registrano le reazioni dei sensori. Questi protocolli possono essere letti per avere una visione d'insieme degli eventi e della funzionalità dell'impianto di allarme.

 

FAQ - domande frequenti sui mini sistemi di allarme

Gli impianti di allarme intelligenti offrono una maggiore sicurezza rispetto ai sistemi normali?

Per ogni tecnologia di sicurezza: Non esiste una protezione al 100% contro le intrusioni. Il vantaggio degli impianti di allarme Smart Home è che sono controllabili da remoto tramite APP. Con l'APP è possibile configurare, resettare e programmare i sensori. Se il sistema Smart Home è dotato di telecamere IP, è possibile, ad esempio, tenere sotto controllo la casa e l'appartamento durante un soggiorno all'estero, in senso letterale. Tuttavia, è necessario dire che l'inserimento di un impianto di allarme nella smart home comporta rischi ad altri livelli. Più dati vengono salvati sul server e sulla rete, più danni possono verificarsi in caso di un possibile attacco di hacker. I sistemi Smart Home devono pertanto soddisfare requisiti elevati. Una comunicazione crittografata è in ogni caso obbligatoria. 

Quali accessori sono necessario per il mio mini impianto di allarme?

Questo dipende da un lato dalle esigenze del sistema e dall'altro dalle vostre esigenze in termini di tecnologia di sicurezza. Gli accessori per sistemi di allarme sono disponibili in abbondanza, a partire dal monitor fino alla scheda SIM, necessaria per il trasferimento di una chiamata di emergenza al telefono cellulare. È importante notare che è necessario scegliere una versione adatta, in quanto molti sistemi di allarme funzionano con schede SIM di dimensioni standard, non con schede nano SIM, come oggi sono comuni per gli smartphone. Chi desidera essere completamente attrezzati, accede ai kit di impianti di allarme. Un esempio è costituito dai kit per sistemi Smart Home, che possono comprendere, oltre alle telecamere di sorveglianza per ambienti interni ed esterni, contatti per porte e finestre e rilevatori di movimento, anche rilevatori di fumo o altri rilevatori di pericolo. Un kit di questo tipo è adatto anche come starter kit, se non è ancora disponibile una tecnologia di sicurezza in casa. I kit di impianti di allarme senza fili vengono di solito con telecomando adatto e, se necessario, con transponder per l'inserimento e l'disinserimento.

Conrad Electronic necessita del tuo consenso per l'utilizzo dei dati personali, anche per garantire il funzionamento del sito web e per visualizzare informazioni sui tuoi interessi. Cliccando su "Accetto" dai il tuo consenso. Informazioni dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione sulla protezione dei dati.
È possibile ritirare il consenso in qualsiasi momento nella politica sulla privacy.
Declino
Accetto