Sei un cliente commerciale?
Questa impostazione regola la gamma di articoli e i prezzi in base alle tue esigenze.
No

Consulente

    

Cose da sapere sul potenziometro rotativo

  • Che cos'è un potenziometro rotativo?

  • Asse di rotazione e fissaggio di potenziometri rotativi

  • Valori di resistenza e capacità di carico

  • Istruzioni per la produzione

  • Quali sono i tipi e i modelli di potenziometri rotativi disponibili?

  • Criteri di acquisto per potenziometro rotativo

  • FAQ - domande frequenti sui potenziometri rotativi

Che cos'è un potenziometro rotativo?

I potenziometri rotativi sono resistenze elettriche regolabili, con le quali vengono eseguite le operazioni di regolazione in impianti elettrici ed elettronici, ad esempio per il controllo del volume in una radio. I potenziometri sono composti da un supporto su cui è applicato il materiale di resistenza.

Nei potenziometri rotativi, il materiale della resistenza è generalmente piatto e circolare. Su entrambe le estremità sono presenti collegamenti elettrici per l'avvitamento, l'inserimento o la saldatura. Sul materiale di resistenza viene spostato un contatto scorrevole, mediante un asse di rotazione. A seconda della posizione angolare del contatto girevole su uno dei collegamenti, viene raggiunta una resistenza elettrica definita tra il collegamento e la posizione del cursore. L'angolo di rotazione massimo è di circa 300 gradi. Tuttavia, sono disponibili anche versioni speciali, i cosiddetti potenziometri multigiro, in cui il materiale di resistenza è strutturato a spirale, in modo che il cursore possa eseguire più rotazioni di 360 gradi. I modelli speciali sono dotati di motori di azionamento, con i quali è possibile realizzare la telecomandabilità. A seconda del materiale di resistenza utilizzato, sono possibili diversi intervalli di potenza. Allo stesso modo, il materiale utilizzato influisce sulla durata del potenziometro rotante. Per il funzionamento, il cursose è realizzato con un asse fuori dal potenziometro. L'asse può avere diverse versioni, in modo da poter essere montato sulle manopole di comando. Per alcune applicazioni, l'asse ha una fessura/croce per i cacciaviti. Per le operazioni di regolazione simultanee, più potenziometri rotanti possono essere disposti in successione e collegati a un asse. Un esempio è il controllo del volume di un amplificatore stereo.

 

Asse di rotazione e fissaggio di potenziometri rotativi

Che cos'è un potenziometro rotativo

L'asse di rotazione è circondato da un elemento filettato per molti potenziometri rotanti, con il quale il potenziometro può essere fissato a un supporto come ad esempio all'alloggiamento del dispositivo o a un angolo di montaggio. La maggior parte dei modelli di potenziometri sono circondati da un alloggiamento che è collegato saldamente alla filettatura o può essere saldato su circuiti stampati. Sulla filettatura stessa o sull'alloggiamento sono spesso posizionati elementi aggiuntivi che consentono di bloccare l'intero potenziometro rotante per impedirne la torsione quando si raggiunge la posizione finale.

 

Valori di resistenza e capacità di carico

I potenziometri rotativi sono disponibili in un'ampia gamma di valori di resistenza da 4,7 Ohm a 4,7 megaohm. La capacità di carico va da 0,05 a 170 watt. Sono inoltre disponibili potenziometri rotanti con funzione di commutazione in una delle posizioni finali del cursore e con posizioni di rotazione a innesto.

 

Istruzioni per la produzione

Durante la produzione, i costruttori devono rispettare i valori limite di sostanze pericolose per la salute e pericolose per l'ambiente. A tale scopo è prevista la direttiva 2011/65/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'8 giugno 2011, sulla limitazione dell'uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche. La denominazione non ufficiale è RoHS 2.

 

Quali sono i tipi e i modelli di potenziometri rotativi disponibili?

Potenziometro rotativo lineare

Per i potenziometri rotativi con andamento lineare della resistenza, la resistenza cambia in proporzione all'angolo di rotazione. 

Potenziometro rotativo logaritmico

In questa versione, durante la rotazione viene inizialmente modificato solo un piccolo valore di resistenza, quindi il valore di resistenza per grado di angolo di rotazione diventa sempre più grande e viceversa. Il classico campo di applicazione è il volume. In questo modo la scala dei decibel viene implementata come misura del volume, che ha anche un andamento logaritmico.

Potenziometro rotativo speciale

Si tratta di potenziometri rotanti con caratteristiche particolari, come ad esempio la protezione dalla polvere e un'elevata precisione.

Dimensioni filettatura

I dispositivi con filettatura sono disponibili con dimensioni in pollici, a partire da 3/8 pollici e con dimensioni metriche della filettatura da M7 a M10. Quest'ultima è la più comunemente rappresentata.

Diametro asse

Il diametro dell'asse va da 3 mm a 6,35 mm. Il diametro dell'asse più frequente nell'offerta Conrad è di 6 millimetri.

Modello asse

La forma costruttiva dell'asse influenza il modo di funzionamento del potenziometro. Disponibili in Conrad:

  • Estremità appiattita per il fissaggio di elementi di comando
  • Assi scanalati per il funzionamento diretto o per l'inserimento di comandi
  • Assi scanalati per cacciaviti
  • Assi lisci per il fissaggio di comandi
  • Assi rotondi per il fissaggio di comandi
  • Assi in plastica che possono essere guidati isolando verso l'esterno
  • Assi in metallo per un'elevata stabilità

Criteri di acquisto per potenziometro rotativo

Potenziometro rotativo

Oltre all'elevata precisione dei valori di resistenza indicati, i potenziometri rotativi dovrebbero offrire un buon compromesso tra facilità di movimento e coppia da applicare per il movimento. Per alcuni modelli sono disponibili informazioni nella descrizione del prodotto o nella scheda tecnica. Le schede tecniche forniscono informazioni sulla durata, che vanno fino a cicli di rotazione nella gamma media di cinque cifre. Durante lo sviluppo di nuovi dispositivi, le schede tecniche dei fornitori aiutano a trovare il potenziometro rotante più adatto per il campo di utilizzo desiderato.

Con gli imballaggi industriali in grandi quantità è possibile ottenere prezzi di acquisto convenienti.

 

FAQ - domande frequenti sui potenziometri rotativi

Cosa si deve prestare attenzione quando si sostituiscono i potenziometri rotativi?

La sostituzione dei potenziometri deve essere effettuata solo da personale qualificato, in quanto la rimozione non corretta o la dissaldatura possono causare danni notevoli all'apparecchio in questione. Durante la sostituzione, assicurarsi che il potenziometro di ricambio abbia esattamente le stesse caratteristiche di potenza. I potenziometri rotativi offerti soddisfano elevate esigenze di qualità e sono caratterizzati da affidabilità e durata. In ogni caso, prestare attenzione alle richieste di rimborso in garanzia ancora esistenti. In caso di intervento nel dispositivo, la garanzia del produttore di solito decade. Osservare le norme generali di sicurezza dell'elettrotecnica.

Da cosa si riconosce che un potenziometro rotativo è difettoso?

I potenziometri rotativi difettosi sono spesso preceduti da uno dei seguenti problemi:

  • Scricchiolio o fruscio quando si modifica il volume
  • Asse pesante
  • Fissaggio allentato
  • "Rotazione" senza influenza di regolazione,

Ciò può essere a causa dell'usura di componenti meccanici. 

 
 
Conrad Electronic necessita del tuo consenso per l'utilizzo dei dati personali, anche per garantire il funzionamento del sito web e per visualizzare informazioni sui tuoi interessi. Cliccando su "Accetto" dai il tuo consenso. Informazioni dettagliate sono disponibili nella nostra dichiarazione sulla protezione dei dati.
È possibile ritirare il consenso in qualsiasi momento nella politica sulla privacy.
Declino
Accetto